#atomica

Un anno fa, proprio qui, vi annunciavo con una sorta di ovazione degna del Maracanã, le nozze - non proprio imminenti, invero - della bellissima Barbara e dell’altrettanto affascinante Valerio, ormai suo sposo. Nonstante un’epidemia di mezzo, zone rosse, arancioni e gialle, tamponi, lockdown, greenpass e mille impedimenti e restrizioni che rischiavano di mandare a monte i nostri e i loro piani, Barbara è stata di una caparbietà rara - e ha avuto ragione - opponendosi strenuamente a ogni idea di rinvio e finalmente ha convolato a giuste nozze, come direbbero quelli bravi. Potevamo, e lo faremo, limitarci a fare una sorta di reportage dell’evento nelle nostre stories, ma l’amicizia e l’attenzione con cui abbiamo seguito il servizio richiedono un pizzico di impegno in più e, soprattutto, sarà divertente raccontarvi come sono andate le cose.

Dovete sapere che Barbara ha molte passioni e che le ha volute mettere tutte dentro il suo matrimonio (lap dance a parte!), per esempio cucendo personalmente parte del proprio abito o truccandosi da sola e impelagandosi in un’acconciatura che oltre a sfidare le leggi della fisica l’ha vista - adesso possiamo dirlo - sull’orlo di una crisi di nervi! Visto il risultato, dobbiamo ammetterlo, le sue passioni sono anche delle indubbie doti e le foto, permettetemi un rapido e consapevole scivolone di immodestia, parlano per me. 

Ma all’appello, tra le tante attitudini di questa sposatuttofare, mancava quella culinaria - di cui saremo volentieri presto gastronomici testimoni - e per questo le decorazioni della torta nuziale sono state realizzate a mano dalla nostra Barbara e, temiamo per lui, dal suo amato Valerio.

Insomma, sebbene tutte questi compiti l’abbiano sicuramente impegnata più di quanto molte altre spose reggerebbero, sebbene a volte lo stress da prestazione possa rischiare di prendere il sopravvento, quello di Valerio e Barbara è stato un matrimonio che non dimenticheremo, una festa ricca di momenti toccanti e divertenti insieme: il discorso di Stefano, papà della sposa, ha commosso anche noi e siamo davvero felici di essere stati, seppur per poco, parte della vita di tante, belle persone. 

Torneremo a brevissimo perché non potevamo accontentarci di un semplice servizio di esterne… il bello, quindi, deve ancora venire. 

Using Format