#metrocubo

Fino allo scorso anno ero un decoroso atleta di crossfit, fierissimo dei suoi massimali proporzionali all’età e ai cinque giorni di allenamento a settimana. E cosa c’entra questo con la fotografia di matrimonio? domanderete voi. C’entra eccome, se guardate la foto qui sotto.

Non credete che il fotografo di matrimonio arrivi bello fresco in location con la sua macchina fotografica a tracolla circondato da una schiera di assistenti che come sherpa nepalesi si incollano tutto l’occorrente. No, rarissimamente accade questo e se ne racconta intorno ai falò durante il campeggio. 

A seconda dei servizi che gli sposi richiedono, il numero dei bagagli che bisogna portarsi appresso può lievitare esponenzialmente e con esso - ça va sans dire - il peso degli stessi. Spessissimo, poi, accade che la chiesa sia arroccata su un’altura (orografia di cui Roma va fierissima con i suoi sette colli) e che per raggiungerla i prodi fotografi e videomaker debbano affrontare una scalinata che avrebbe impensierito il miglior Messner, soprattutto sotto la canicola estiva con il cronometro che corre velocissimo.

Stessa performance adrenalinica che si ripete poi, a funzione terminata, per riportare parte dell’attrezzatura in auto mentre si recita ogni tipo di mantra apotropaico, sperando che il materiale non sia oggetto delle attenzioni di qualche brigante di passaggio cosa che, ahimè, è accaduta già più volte. Pesi in spalla si parte a piedi per gli scatti in esterna, sempre con la mente al cronometro e al maitre incazzoso e spesso in preda a miraggi mistici per una fonte di liquidi ingeribili.

Tornando a noi e al mio incipit sportivo, vi posso assicurare che la scorsa stagione, complice - appunto - il mio allenamento duro e costante, ho affrontato le fatiche dei servizi fotografici di matrimonio in scioltezza, accusando anche molto meno il caldo, al quale il crossfit ti abitua anche in pieno inverno. Obiettivo di questo blog è appunto raccontarvi in modo simpatico e il più possibile aderente alla realtà come si svolge, cosa implica e cosa richiede un servizio fotografico di matrimonio e tralasciando per un breve momento l’aspetto puramente tecnico e di esperienza - che assieme al primo determina la bravura di un fotografo - vi posso garantire che la forma fisica, la giusta alimentazione e la giusta idratazione non sono affatto elementi da trascurare, specie quando nel baule della mia fida 500 ho caricato attrezzature per un metro cubo. 



Using Format